Lipofilling

Il Lipofilling noto anche come lipostruttura consiste nel prelievo di tessuto adiposo, attraverso l’aspirazione centrifugata. Questo intervento metodologico permette di purificare il tessuto adiposo, caratterizzato dalla presenza di cellule multipotenti stamnali e  adipociti maturi.

Il numero di cellule contenute nel concentrato dipende da come viene eseguito il prelievo e da come questo viene centrifugato e iniettato, nuovamente, nelle sedi.

Il prelievo del tessuto adiposo viene applicato in base a quelle che sono le necessità e in base alla presenza di cuscini di adipe che vengono attenuati, visto che risultano essere sgradevoli per il paziente. Il tessuto, dopo essere stato purificato, viene impiantato a livello del volto, per conferire volume agli zigomi, labbra e per correggere anche le rughe. Lo stesso viene spesso utilizzato per modellare i glutei e correggere le cicatrici imperfette.

L’intervento di lipofilling è particolarmente indicato per pazienti che vorrebbero un risultato naturale e duraturo. E’ bene non dimenticare che il tessuto adiposo è autologo, ovvero è del paziente e cambia nel tempo, invecchiando come il paziente.

L’intervento di lipofilling viene eseguito tramite anestesia locale. Il prelievo del tessuto adiposo viene eseguito tramite microincisioni cutanee attraverso una piccola cannula smussa, a bassa pressione, cosi che le cellule prelevate non si danneggino.

Successivamente viene impiantato il tessuto adiposo, dopo essere stato centrifugato e purificato, attraverso cannule atraumatiche. In base alla zona da trattare, il tessuto impiantato viene modellato dal chirurgo.

Un rigonfiamento post operatorio è raro ma tende a scomparire nell’arco di 48 ore. Per l’intervento di lipofilling non è previsto un ricovero del paziente. Generalmente l’intervento avviene in day hospital o in un ambulatorio.