Mastoplastica Additiva

Mastoplastica AdditivaL’intervento di mastoplastica additiva viene eseguito  per migliorare l’apparenza del seno, inserendo una protesi contenente un gel di silicone  oppure una soluzione fisiologica. Si tratta di un intervento indicato per la correzione  di ipoplasie mammarie o delle modificazioni del tessuto, in seguito a gravidanze o diete. L’impianto può essere posizionato al di sotto della ghiandola mammaria e non interferisce con le sue funzioni, come allattamento.

Le protesi a disposizione hanno diverse forme e dimensioni. La mastoplastica additiva non è una semplice plastica al seno, bensì un intervento in cui  la scelta della protesi più adeguata dipende dalle misure del torace, dal volume, dalla forma e dal profilo del seno iniziale.

Procedimento chirurgico

Le incisioni per introdurre le protesi mammarie possono essere eseguite in 3 modi differenti, ovvero a livello del solco sottomammario, a livello del margine dell’areola o a livello del cavo ascellare. Si tratta di incisioni lunghe 4-5 cm e posizionate in modo che possa nascondersi l’avvenuto intervento chirurgico. La tasca in cui introdurre la protesi può essere sottoghiandolare , sottomuscolare o dual plane, ovvero  una via di mezzo tra le due. Sarà il chirurgo a consigliarvi la zona più indicata.

Durata intervento e anestesia

L’intervento richiede circa 2 ore, ma potrebbe variare in determinati casi particolari. L’intervento di mastoplastica additiva viene eseguito in anestesia generale, evitando, così,  i disagi legati alla sensibilità dolorosa della regione anatomica, difficile da neutralizzare con l’anestesia locale.

Degenza

E’ possibile eseguire interventi anche in day hospital, tutto dipende dall’esigenze particolari, sebbene si preferisce tenere il paziente sotto controllo, almeno per una notte, così da potere verificare le perdite ematiche attraverso i drenaggi.

Preparazione all’intervento di mastoplastica additiva

Prima dell’intervento, per precauzione, è bene seguire alcuni accorgimenti, come il divieto di assumere determinati farmaci, in particolar modo aspirina o medicinali a base di acido acetil-salicidico. E’ necessario evitare l’assunzione di vitamina E per almeno 2 settimane prima dell’intervento e ridurre il fumo, in caso di pazienti fumatori, a non più di 4 sigarette al giorno, almeno 2 settimane prima dell’intervento di mastoplastica additiva. Altre indicazioni da seguire in preparazione all’intervento vi saranno forniti direttamente dal chirurgo.

Precauzioni per il post-operatorio

Dopo l’intervento verrà eseguita una medicazione al torace con una fasciatura compressiva per la quale sarebbe meglio indossare un reggiseno apposito. Nei primi 3 giorni dopo l’intervento si consiglia, inoltre, di evitare il fumo e l’assunzione di bevande alcoliche. Altre indicazioni da seguire per precauzione dopo l’intervento al seno, vi saranno fornite dal medico chirurgo.

Il chirurgo spiegherà come massaggiare il seno 2-3 volte al giorno a partire dal settimo o decimo giorno dopo l’intervento di mastoplastica additiva. attraverso il massaggio potrete prevenire l’irrigidimento della capsula intorno alla protesi. Generalmente il massaggio segue un movimento dall’alto verso il  basso, dall’interno verso l’esterno e viceversa. Deve essere un massaggio profondo, eseguito con intensità costante.

Mastoplastica additiva Milano:Possibili complicazioni

E’ possibile che si presentino alcuni imprevisti, come potrebbe capitare in tutti gli interventi chirurgici, sia subito dopo l’intervento, sia a distanza di anni. Sebbene se ne parli molto, l’infezione, l’ematoma, il sieroma, la rottura della protesi, la distasi della ferita chirurgica (apertura) sono molto limitate nel nostro modo di operare. Alcuni tipi di complicazioni post intervento possono essere: la contrattura capsulare, ovvero l’irrigidimento della capsula periprotesica, cambiamenti percettivi della sensibilità, rippling, ovvero l’ondulazione della protesi in superficie per via dell’aderenza della stessa con la capsula fibrosa periprotesica.

In alcuni casi è possibile che i risultati estetici dell’intervento di mastoplastica additiva non siano del tutto soddisfacenti e che le pazienti mostrino cicatrici visibili. E’ bene ricordate che le protesi, in quanto impianti sintetici, hanno un’usura nel tempo e, pertanto, non è detto che durino a vita. Infatti, devono essere sostituiti almeno ogni 12/14 anni con un intervento che sarà meno complicato del primo.

Mastoplastica Additiva Milano: Contatta il Dott. Lanfranchi per un inontro conoscitivo al numero visualizzato