Otoplastica

Otoplastica a MilanoGeneralmente le orecchie non costituiscono un punto di interesse del viso, almeno se non hanno forma o dimensioni anormali. Nel caso in cui il padiglione auricolare risulti molto staccato dal capo è frequente l’insorgere di complessi, specialmente in età infantile. Le moderne tecniche di chirurgia plastica, come appunto l’otoplastica, sono in grado di migliorare l’aspetto dell’orecchio.

Questi interventi vengono programmati secondo le esigenze del paziente, al quale viene sempre illustrata la tecnica da utilizzare nel corso dell’intervento, in modo da avere un consenso informato.

Per i pazienti minorenni le spiegazioni sono fornite in presenza dei genitori, che devono firmare il consenso informato. Un altro problema è costituito dalla formazione incompleta o dalla dimensione ridotta dell’orecchio (microzia). Per risolvere queste anomalie può essere necessario il prelievo di cartilagine costale.

Tecnica Chirurgica dell’Otoplastica

L’intervento correttivo sull’orecchio per un adulto o per un minore deve essere eseguito da un chirurgo plastico competente.

Nel corso della visita preliminare, il chirurgo valuta quale tipo di intervento sia più indicato. Tutte le incisioni dell’otoplastica sono praticate dietro l’orecchio, e le cicatrici non sono visibili di fronte. Dopo l’intervento di otoplastica la cute dietro l’orecchio viene suturata e per alcuni giorni viene applicata una morbida bendatura per fissare l’orecchio nella nuova posizione.

Anestesia  e durata dell’ intervento di otoplastica

L’intervento di otoplastica è generalmente eseguito in anestesia locale, alla quale è possibile associare una sedazione in caso di giovane età del paziente (meno di 12 anni) o per soggetti particolarmente emotivi. Per interventi ricostruttivi di maggiore entità è necessaria l’anestesia generale.

L’intervento si svolge solitamente in 1-2 ore. Ovviamente la durata si riduce della metà se l’operazione interessa un solo orecchio. Poche ore dopo l’intervento, a meno che non sia stata praticata l’anestesia generale.

Possibili complicazioni 
Subito dopo l’intervento può verificarsi un rigonfiamento delle orecchie. Possono verificarsi anche piccole infezioni ed ematomi. Le orecchie possono essere asimmetriche. Possono esserci piccole imperfezioni del padiglione auricolare.